L’intolleranza al pomodoro e sintomi digestivi

Sia che amiate la tua pasta con la sua salsa o semplicemente li ami mangiarli direttamente dalla vite, i pomodori sono una frutta sana e una ricca fonte di vitamine A e C, così come l’acido folico. Essi contengono anche una vasta gamma di sostanze nutritive e antiossidanti, tra cui il licopene, l’acido folico, il beta-carotene e la luteina. Nonostante le loro proprietà buone per voi, alcune persone trovano difficile tollerare i livelli più elevati di acido dei pomodori e dei loro derivati.

Intolleranza al pomodoro contro Allergia

Le allergie alimentari sono una risposta anormale a un alimento, scatenato dal sistema immunitario del corpo, mentre un’intolleranza è spesso identificata da disagio gastrico e disturbi intestinali. I pomodori sono una causa di allergie alimentari e di intolleranza alimentare e possono innescare una serie di reazioni non specifiche: coloro che presentano allergie alimentari ai pomodori possono avere difficoltà a respirare, gonfiore della lingua o della gola e altri sintomi gravi. Evitate questo frutto in ogni momento se avete una tale reazione. Questi casi di reazioni allergiche gravi e potenzialmente pericolose per la vita – noto come shock anafilattico – richiedono un’attenzione medica immediata o un’iniezione prescritta di adrenalina. I segni di un’intolleranza saranno spesso meno severi e possono includere mal di testa, diarrea, sensazione di bruciore o tenuta della pelle o sintomi asmatici.

Riflusso acido e bruciore di stomaco

Per alcune persone, l’elevato contenuto di acidità dei pomodori può causare o contribuire a problemi gastrointestinali, inclusi il reflusso acido e l’indigestione. Durante questo reflusso acido, l’acido dello stomaco che tocca la fodera dell’esofago può provocare bruciore di stomaco, noto anche come indigestione acido, una sensazione di combustione scomoda al centro della cassa. Secondo gli Istituti Nazionali di Salute, il reflusso acido si verifica quando i contenuti dello stomaco scorrono fino all’esofago – il tubo che porta cibo e liquidi dalla bocca.

GI Distress e effetti collaterali

Coloro che sperimentano la sensibilità verso la frutta possono soffrire di emorragie GI quali dolore allo stomaco, diarrea e crampi addominali. Questi stessi effetti collaterali da mangiare pomodori sono spesso associati ad altre intolleranze alimentari, come il grano e il latte. Prima di escludere totalmente i pomodori, assicurati di essere il colpevole mantenendo un diario alimentare. Se il diario alimentare non chiarisce l’origine del dolore, prova a tagliare tutti i pomodori e i prodotti a base di pomodoro e integrandoli lentamente nella vostra dieta, registrando allo stesso tempo la tua esperienza GI. Potresti scoprire che agrumi o latticini stanno effettivamente causando il disagio.

Facilità del disagio

Se i pomodori sono colpevoli, adottare misure per alleviare i sintomi digestivi. Pianta il godimento dei pomodori insieme ad altri alimenti, poiché li mangiati in uno stomaco vuoto può aumentare l’irritazione e l’infiammazione. Oppure prendere un farmaco over-the-counter per neutralizzare gli effetti acidi causati dal bruciore di stomaco degli alimenti a base di pomodori. Inoltre, è possibile masticare la gomma immediatamente dopo aver mangiato, come dimostrato per aiutare a alleviare i sintomi del reflusso gastroesofageo. Se stai preparando una salsa di pomodoro, una strategia per ridurre il contenuto acido è includere circa 1,5 cucchiaini di bicarbonato di sodio per ogni due grandi lattine di pomodori pelati e tritati. La soda di cottura aiuta a neutralizzare l’acido e alleviare i sintomi digestivi.